Ad aprile nel circolo romano è subentrata una nuova gestione. Tante le idee che Saverio Ciotoli e Andrea Belvedere realizzeranno per rilanciare il movimento, supportati dal maestro Alberto Tordi e dalla SuperPaddle

All’Empire Sport Resort il paddle cambia faccia o, meglio, marcia. Grazie alla nuova gestione di Saverio Ciotoli e Andrea Belvedere, che a inizio aprile hanno rilevato i tre campi da paddle situati nel cuore del circolo romano, sta rifiorendo un interessante movimento di giocatori.

In poco meno di due settimane, avvalendosi anche della collaborazione del maestro Alberto Tordi, sono riusciti ad attrarre oltre 200 nuovi praticanti che si sfidano periodicamente all’interno della gabbia

20170411_121507_HDR.jpg

La ventata d’aria fresca ha, in definitiva, cambiato gli equilibri del padel all’interno dell’Empire Sport Resort. Forti della loro positività, dinamismo e voglia di fare, i due soci hanno deciso da una parte di continuare a coccolare i padelisti più forti (oggi la squadra dell’Empire milita in Serie B), dall’altra alimentare il movimento di neofiti e appassionati.

“La nostra strategia – chiarisce Andrea Belvedere facendo eco alle parole dell’amico Saverio – si muove lungo due direttrici: portare giocatori di livello all’interno del club e, al contempo, coinvolgere il territorio in iniziative legate a questo sport”. Come? Innanzitutto tramite offerte promozionali, convenzioni e organizzazione di eventi intersportivi. “Potendo contare su una moderna struttura che mette a disposizione dei suoi ospiti numerose attività – prosegue con soddisfazione Andrea – stiamo ipotizzando la possibilità di dar vita a tornei che abbraccino non solo il paddle ma anche il beach volley o il calcetto, soltanto per fare due esempi”.

IMG-20170411-WA0009.jpg

Ma non è tutto perché, chiamando a collaborare Alberto Tordi, i due soci si sono assicurati un’influente pedina nello scacchiere del padel romano. Il valore aggiunto apportato dal maestro SuperPaddle non riguarda solamente le attività legate alla scuola, quanto piuttosto la definizione di un piano per attrarre nuovi giocatori, alimentare la base del movimento, far conoscere la disciplina sportiva a un pubblico più vasto. “Solo per dare qualche idea – puntualizza Alberto Tordi – prevedremo partite demo, classici tornei amatoriali ma conditi con tante sorprese, giornate a inviti, open day. Il tutto in un ambiente curato, accogliente e familiare.”

A supportarli nel raggiungimento dell’obiettivo è intervenuta la SuperPaddle: chiamata per la sua professionalità e serietà, la società si sta adoperando per l’organizzazione di eventi ad hoc che coinvolgano anche Vibor-A di cui è dealer ufficiale per l’Italia. Il primo appuntamento è fissato per il weekend del 22-23 aprile: tra sabato e domenica si avrà anche la possibilità di testare modelli di racchette in carbonio del marchio spagnolo.